Home Page Home Page Home Page
prodotti mappa contatti novità
 
 

 

COSA E' IL POLISTIRENE ESPANSO (EPS)

Il polistirene espanso sinterizzato (EPS) è un materiale espanso rigido di peso ridotto, derivato dal petrolio. Esso è quindi composto esclusivamente da atomi di carbonio e di idrogeno. Mediante un processo industriale dal petrolio si ricavano piccole perle trasparenti di polistirene, a cui viene aggiunto pentano, un idrocarburo presente in natura che funge da gas espandente in quanto, a pressione atmosferica, bolle già a temperatura ambiente. Mettendo a contatto le perle così ottenute di polistirene espandibile con vapore acqueo a temperatura superiore ai 90°C, il pentano in esse contenute si espande, facendo rigonfiare le perle fino a 20-50 volte il loro volume iniziale.
In questo processo si forma, all'interno delle perle espanse di polistirene, una struttura a celle chiuse.

Queste minuscole celle trattengono al proprio interno l'aria, impedendone i moti convettivi, e conferiscono così al polistirene espanso le sue eccellenti proprietà di isolante termico.
La sinterizzazione è il processo di saldatura delle perle di polistirene espanso che, sottoposte nuovamente all'azione del vapore acqueo, si uniscono fra di loro fino a formare un blocco omogeneo di materiale espanso. Il polistirene espanso sinterizzato ha generalmente una massa volumica compresa fra 10 e 40 kg/mc, ed è quindi mediamente costituito dal 98% di aria e solo dal 2% di materiale strutturale di puro idrocarburo.Oltre al vapore acqueo, per la produzione del polistirene espanso viene usato solo il pentano, che al terminme del processo di espansione evapora. Non vengono usati, né sono mai stati usati, i corofluorocarburi - CFC - dannosi per la fascia di ozono che circonda la nostra atmosfera.

  • Isolamento termico: L'EPS ha una conducibilità termica ridotta grazie alla sua struttura cellulare chiusa, formata per il 98% di aria. Questa caratteristica conferisce un'ottima efficacia come isolante termico.
  • Resistenza all'umidità: L'EPS è permeabile al vapore acqueo, quindi è traspirante, ma è imprermeabile all'acqua. La permeabilità al vaporeacqueo fa si che all'interno di edifici e ambienti isolati con EPS non si formino muffe.
  • Durata: I fattori ambientali e le sollecitazioni di lavoro non modificano le caratteristiche dell'EPS; questo materiale può quindi garantire per un periodo di tempoo illimitato le prestazioni che gli vengono richieste.
  • Sicurezza ambientale: L'EPS è rpivo di valori nutritivi in grado si sostenere la crescita di funghi, batteri o altri microorganismi. Ciò lo rende ideale come contenitore per alimenti, settore nel quale è ampiamente utilizzato. L'EPS inoltre è atossico, inerte, non contiene clorofluorocarburi (CFC) né idroclorofluorocarburi (HCFC). Gli imballi in EPS conferiti in discarica non inquinano né il terrene né l'atmosfera.
  • Versatilità: L'EPS può essere fabbricato in qualunque gamma di forme e dimensioni; esso è inoltre compatibile con cemento, calcestruzzo, mattoni, muratura, malta, gesso e membrane impermeabili bituminose, e quindi adatto alle più svariate applicazioni.
  • Facilità di trasporto e installazione: Essendo leggero, l'EPS garantisce un risparmio di carburante durante il trasporto. Altrettanto semplici sono la movimentazione, lo stoccaggio e l'installazione, per i quali non è necessario alcun tipo di abbigliamento protettivo.
  • Comportamento al fuoco: L'EPS, quale composto di carbonio e idrogeno, è di natura un materiale combustibile. Si infiamma a circa 450°C, e la fiamma si propaga poi spontaneamente se vi è sufficiente apporto di ossigeno. In edilizia di usa l'EPS a ritardata propagazione di fiamma, ottenuto con opportuni additivi. In questo caso la propagazione della fiamma cessa al venir meno della causa di innesco.
  • Riciclabilità: L'EPS è interamente riciclabile. Esso può infatti essere macinato e poi mescolato a polistirene espanso vergine per produrre nuovi imballi e componenti di alleggerimento per l'edilizia. Un accordo internazionale garantisce il recupero e il riciclo di imballi e scarti di imballi e scarti di polistirene espanso qualunque sia il paese di provenienza degli stessi.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL POLISTIRENE ESPANSO

  1. DENSITA'
    La densità, o massa volumica, dell'EPS è compresa fra 10 e 40 kg/mc. Sono in ogni caso realizzabili manufatti con densità inferiori o superiori.
  2. CONDUTTIVITA' TERMICA
    La caratteristica più importante dell'EPS è la sua bassa conduttività termica: questa proprietà, che deriva dalla sua struttura a celle chiuse, lo rende quindi uno dei materiali più utilizzati per l'isolamento termico.
  3. RESISTENZA ALLA DIFFUSIONE DEL VAPORE
    Questa caratteristica è importante per poter controllare gli eventuali fenomeni di condensazione nelle pareti. Essa cresce al crescere della densità dell'EPS.
  4. ASSORBIMENTO D'ACQUA
    L'acqua non scioglie l'EPS, né attraversa le pareti delle celle chiuse e non può quindi venire assorbita se non fra gli interstizi residui fra le perle espanse. L'assorbimento d'acqua per immersione non supera mai il 5% del volume dell'EPS immerso.
  5. ASSORBIMENTO DEGLI URTI
    L'EPS utilizzato per imballaggio o in edilizia sopporta elevati livelli di sollecitazione meccanica. Quando è sottoposto ad urto, grazie alle sue caratteristiche elastiche, è in grado di decelerare gradualmente la massa urtante.
  6. MIGLIOR RAPPORTO COSTO/PRESTAZIONI
    L'EPS è il materiale che garantisce il miglio rapporto fra costo e prestazioni.


IL POLISTIRENE ESPANSO PER IMBALLAGGIO

L'EPS, essendo costituito per il 98% di aria, è uno dei materiali da imballaggio più leggeri disponibili. Ciononostante, la sua struttura offre una resistenza straordinaria, ottime proprietà isolanti, resistenza all'umidità, al sale, a diversi tipi di acidi e alla maggior parte degli olii.
L'imballaggio di polistirene espanso è:


- Resistente agli uri, avendo un'ottima capacità di assorbire energia
- Leggero, per una facile movimentazione e per l'abbattimento dei costi di trasporto
- Accatastabile, grazie alla sua buona resistenza alla compressione
- Isolante, quindi ideale per proteggere apparecchiature elettroniche e prodotti alimentari
- Igienico, poiché, data la sua conformazione a celle chiuse, i germi non vi trovano nutrimento
- Su misura, con garanzia della massima protezione dei prodotti imballati
- Riciclabile, dopo l'uso.


L'intera produzione di imballaggi in polistirene espanso non utilizza più dello 0,1% della produzione mondiale di petrolio. Inoltre gli imballaggi usati di EPS vengono raccolti e riciclati per produrre nuovi imballi o materiale di alleggerimento per edilizia o per terreni di coltura.

 

IL POLISTIRENE ESPANSO IN EDILIZIA

Il primo e più importante uso del polisitrene espanso sinterizzato - per brevità EPS - in edilizia è costituito dal suo impiego come ISOLANTE TERMICO in edifici nuovi che in fase di ristrutturazione.
Grazie alla sua efficacia come materiale isolante, l'EPS svolge un ruolo prezioso: contribuisce infatti al RISPARMIO DEI COMBUSTIBILI fossili usati per il riscaldamento e RIDUCE LE IMMISSIONI DI ANITRIDE CARBONICA che concorrono alla creazione dell'"effetto serra"
L'EPS prodotto in lastre viene impiegato nei seguenti casi:


- Isolamento dei tetti a falde e dei tetti piani
- Isolamento delle pareti verticali dall'esterno (o isolamento "A CAPPOTTO")
- Isolamento delle pareti verticali in intercapedine e dall'interno
- Isolamento di pavimenti e soffitti


Il prodotto è disponibili in diverse densità a seconda delle applicazioni.
Esistono poi vari manufatti in EPS stampato che possono essere realizzati nelle forme più diverse per risolvere tutte le necessità di isolamento termico.

Ditta Mattioli di Biagioli Fausto e Pietro S.n.c
Loc. Bricci 549 - 40041 Gaggio Montano BO
tel. 053437760 fax 053437742
info@dittamattioli.it